COVID-19, CONTAGI IN AUMENTO. I DATI DELL'ULSS 4 VENETO ORIENTALE

I picchi maggiori di contagi si registrano nei comuni più popolosi come San Donà, Portogruaro e Jesolo.

COVID-19, CONTAGI IN AUMENTO. I DATI DELL'ULSS 4 VENETO ORIENTALE
Dopo la diminuzione dei casi di inizio ottobre in questi giorni il numero delle persone positive al Covid 19 ha ripreso a salire anche nel Veneto orientale, sia sul fronte generale che nelle fasce di popolazione in età scolastica.
Lo rileva il Dipartimento di Prevenzione dell'Ulss 4, la cui analisi conferma i picchi maggiori di contagi nei comuni più popolosi come San Donà, Portogruaro e Jesolo.

Al 27 ottobre le positività complessive sono 249. Questa la distribuzione per comune: Annone Veneto 6; Caorle 18; Cavallino Treporti 9; Ceggia 6; Cinto Caomaggiore 2; Concordia Sagittaria 21; Eraclea 7; Fossalta di Piave 6; Fossalta di Portogruaro 4; Gruaro 1; Jesolo 34; Meolo 6; Musile di Piave 20; Noventa di Piave 7; Portogruaro 35; Pramaggiore 8; San Donà di Piave 36; San Michele al Tagliamento 14; San Stino di Livenza 8; Teglio Veneto 1. Solo Torre di Mosto risulta al momento essere territorio “covid free”.

Sul fronte contagi in età scolastica le classi poste attualmente in quarantena sono 7 (in istituti di Caorle, Concordia Sagittaria, Musile di Piave, Portogruaro e San Donà di Piave) equivalenti a 143 alunni in quarantena.

Il personale medico e sanitario dell’Ulss4 lo scorso fine settimana è inoltre intervenuto ai campionati del mondo di Kickboxing “Wako World Kickboxing Championship Italy 2021”, che si sono svolti a Jesolo, rilevando 15 positività tra gli atleti in gara e i rispettivi staff. Di queste positività 10 persone sono rientrate nei Paesi di origine (Bulgaria, Serbia, Slovenia e Ucraina) mentre 5 atleti (da Irlanda, Kazakistan, Russia) sono ancora in isolamento nel nostro territorio in quanto positivi (nel loro albergo), e di questi una ragazza di nazionalità russa, sintomatica, è attualmente seguita dal personale dell'Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA).

Relativamente i ricoveri per il contagio da Covid-19, sono 6 le persone allettate in area malattie infettive all'ospedale di Jesolo, le terapia intensive dell’Ulss4 non registrano in questo senso alcun ricovero. Delle 6 persone ricoverate per Covid, 4 non sono vaccinate.

“Dopo un inizio ottobre con pochi contagi, in questi giorni si registra una ripresa delle positività, sia in generale e sia sul fronte scolastico – spiega il direttore generale dell'Ulss 4, Mauro Filippi – . Questo per effetto dell’obbligatorietà del green pass sui luoghi di lavoro, ma non solo. La situazione attuale è ampiamente sotto controllo però tali dati confermano che il virus è ancora presente tra noi e che dunque dobbiamo mantenere elevata l'attenzione e continuare ad adottare tutte le misure volte a  prevenire altri contagi”.