PORDENONESE: 59 PERSONE DENUNCIATE DAI CARABINIERI, TUTTE FUORI SENZA MOTIVO

PORDENONESE: 59 PERSONE DENUNCIATE DAI CARABINIERI, TUTTE FUORI SENZA MOTIVO

Sono 59 le persone denunciate negli ultimi giorni dai carabinieri della compagnie di Pordenone, Sacile e Spilimbergo nell’ambito delle attività di contrasto al Coronavirus. Non mancano false attestazioni o dichiarazioni mendaci. Si tratta, fanno sapere i militari, di un numero cospicuo di persone che violano i divieti imposti.

 

Ecco i vari casi. Una persona era stata individuata nelle aree verdi comunali chiuse con ordinanza del sindaco a Zoppola, altri 3 si erano dati appuntamento in un'altra zona verde di Zoppola per giocare con i droni. A Casarsa della Delizia i militari hanno sanzionato in totale 15 persone che passeggiavano sulla statale Pontebbana e nelle aree urbane. Altri sono invece stati fermati mentre in auto si stavano recando presso un comune limitrofo per aiutare un loro amico nelle operazioni di trasloco.

 

In un caso 2 cittadini, controllati nel pomeriggio di ieri, avevano dichiarato di essere andati a fare la spesa, mostrando ai carabinieri una busta con qualche prodotto alimentare.

Insospettitisi, i militari avevano accertato dallo scontrino della spesa che gli acquisti erano stati fatti nella mattinata a Pordenone mentre i due erano provenienti da Fiume Veneto.

Sempre ieri un 22enne di Sacile è stato sorpreso a passeggio nel cortile esterno di palazzo Ragazzoni senza comprovata esigenza lavorativa, di salute o stato di necessità. Un altro 22enne operaio albanese residente a Sacile, camminava lungo la pista ciclabile nei pressi dello stadio comunale, anche qui senza giustificazione, per fare rientro al proprio domicilio. Ancora, a Prata di Pordenone i carabinieri hanno controllato un 49enne cinese residente a Brugnera che circolava con la propria autovettura senza alcuna ragione di necessità. I controlli, fanno sapere dai vari comandi, continueranno su tutto il territorio provinciale non solo tra la gente ma anche nelle aziende, confidando che il senso di responsabilità di tutti i cittadini cresca e che il buon senso faccia stare a casa tutti coloro che non hanno motivi plausibili per uscire.