PERDONO L'ITINERARIO: COPPIA DI TRENTENNI SALVATI NELLA NOTTE IN MONTAGNA

PERDONO L'ITINERARIO: COPPIA DI TRENTENNI SALVATI NELLA NOTTE IN MONTAGNA

Avevano abbandonato l’itinerario corretto, all'imbrunire, una volta viste le luci del paese e pensando di raggiungerlo seguendo la direzione delle case illuminate. Ma si sono persi, finendo sopra ai salti di roccia. Notte di paura per due escursionisti trentenni, lei di Padova e lui di Ferrara, tratti in salvo dal soccorso alpino della Val di Zoldo. La coppia era rimasta incrodata sul Civetta nel bellunese. I due erano saliti per la Ferrata Tissi, per poi scendere lungo il normale percorso, salvo commettere poi l’errore e arrivando nel canale del Livinal Grant. Da dove non sapevano più come continuare.

 

Ottenute le coordinate del punto in cui si trovavano, i soccorritori si sono avvicinati a piedi, dopo che uno di loro aveva già individuato il punto in cui erano bloccati gli escursionisti dai loro segnali di luce. La squadra li ha raggiunti in una mezz'ora e, dopo averli assicurati, li ha calati nei tratti verticali per poi rientrare seguendo una traccia tra i mughi.

 

I soccorritori hanno quindi accompagnato la coppia a Malga Grava, dove aveva la macchina, alle 23.30.

 

Ma non è stato l’unico intervento. Il Soccorso alpino di Auronzo è stato attivato anche per quattro alpinisti in difficoltà. Partiti alle 6 per affrontare la salita alla Grande delle Tre Cime di Lavaredo, il gruppo, tre uomini di 60, 51 e 34 anni e una donna di 67 anni, tutti del torinese, si sono attardati durante il tragitto e al rientro, completate le calate, in prossimità del ghiaione hanno sbagliato direzione, anche a causa della nebbia che limitava la visibilità a pochi metri, finendo in un canale errato. Una squadra li ha quindi raggiunti e riaccompagnati a valle. Le operazioni si sono chiuse verso le 2 di notte ed erano presenti 10 soccorritori, compreso il Sagf di Auronzo.