COVID-19 E FASE2: ATTIVITA' INTENSIFICATA DA PARTE DELLA POLFER DEL VENETO

COVID-19 E FASE2: ATTIVITA' INTENSIFICATA DA PARTE DELLA POLFER DEL VENETO

 

 

Il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto, coadiuvato dal Reparto Mobile e Questura di Padova e dall’Esercito prosegue negliscaliferroviari di competenza, in particolare Venezia S. Lucia, Venezia-Mestre e Padova, con i controlli finalizzati a verificare l’osservanza delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria ed intensifica i servizi tesi ad evitare una recrudescenza della microcriminalità connessa alla ripresa della circolazione ferroviaria.

 

Nel periodo compresotra il4 ed il 21 maggio, gli operatoridelCompartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto hanno denunciato in stato di libertà un uomo, per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, il quale senza motivo reagiva in modo inconsulto, inveendo contro una guardia giurata e colpendola al volto.

 

Sono stati messi in campo controlli specifici per contrastare i reati in materia di sostanze stupefacenti, svolti anche con l’ausilio di unità cinofile antidroga, e si è provveduto a sottoporre a sequestro sostanza stupefacente e a segnalare alla competente Autorità Amministrativa l’uso personale da parte di giovani, abituali assuntori.

 

Particolare attenzione è stata dedicata, all’interno delle stazioni, alla presenza di stranieri irregolari sul territorio nazionale, nonché a soggetti denunciati, destinatari di provvedimenti di divieto di ritorno nel Comune, emessi dai Questori.