BIBIONE, L'AREA DEL FARO SI TRASFORMA IN UN MUSEO DELLA NATURA A CIELO APERTO

BIBIONE, L'AREA DEL FARO SI TRASFORMA IN UN MUSEO DELLA NATURA A CIELO APERTO

Un museo della natura a cielo aperto nell’area del faro. Sei artisti, a partire da lunedì, saranno infatti impegnati a realizzare cinque opere d’arte nell’ambito del progetto di rigenerazione artistica denominato LandPlay Walk, la cui inaugurazione è fissata per domenica 15 settembre.


L'iniziativa nasce dalla volontà, da parte dell'amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento, di valorizzare un percorso già avviato negli anni scorsi, dando risalto a uno degli itinerari ciclopedonali più suggestivi dell'Alto Adriatico come quello dell’area del faro. In una prima fase del progetto i sei artisti partecipanti lavoreranno alla realizzazione di cinque installazioni ambientali ideate partendo dalle caratteristiche e dai materiali del contesto naturale in cui dovranno essere collocate le opere.


Loro sono Anna Pontel, Guerrino Dirindin, Alberto Fiorin, Carlo Vidoni con Patrizia Polese e Nicolas Vavassori, i quali hanno progettato delle creazioni che saranno realizzate con vari materiali, dal legno di recupero e di falegnameria alla terra, fino a materiali misti e acciai, sempre con un'evidente volontà di tutela ambientale.


Dopo questa prima fase operativa è prevista infine l'organizzazione di un meeting nella sala incontri del Faro nei mesi autunnali in cui, con la collaborazione dell'Ordine degli Architetti e degli istituti scolastici locali, curatori, esperti e artisti saranno invitati a una prima verifica, per poi proseguire con il coinvolgimento delle scuole nei mesi successivi.