ASSALTO AI BANCOMAT TRA FVG E VENETO: A BRUGNERA PORTATI VIA 20MILA EURO

Quattro assalti ai bancomat in una sola notte a cavallo tra Friuli Venezia Giulia e Veneto: uno andato a segno e tre no. Questo il bilancio delle incursioni avvenute, andando per ordine, tra le province di Udine, Venezia e Pordenone.

 

Partiamo da quella più recente e consistente. A Brugnera ignoti, attorno alle 3.40, hanno fatto esplodere la cassa continua delle Poste, situate in via Santarossa 24, servendosi con tutta probabilità di un ordigno artigianale confezionato con polvere nera. Una volta deflagrato il Postamat, i malviventi hanno forzato anche gli infissi dell’ingresso posteriore, introducendosi nei locali e impossessandosi del denaro in presente all’interno, per un totale di 20mila euro. Ingenti i danni alle strutture. Sul posto intervenuti i carabinieri della compagnia di Sacile e i colleghi della comando provinciale di Pordenone per i rilievi di legge.

 

Una quarantina di minuti prima, attorno alle 3 del mattino, un altro episodio si è verificato allo sportello delle Poste di Summaga di Portogruaro, in via Montecassino 4, dove l'esplosione ha devastato gli uffici. Ingenti anche qui i danni e le ripercussioni, soprattutto per la popolazione anziana, che ha dovuto spostarsi nelle filiali centrali della città del Lemene. I ladri sono fuggiti senza bottino, così come le altre due incursioni precedenti, nel vicino udinese.

 

A Mortegliano, attorno alle 2.30, i malviventi hanno colpito senza successo il bancomat dalla banca Crédit Agricole, via Garibaldi 6. A Percoto, nella frazione di Pavia di Udine, attorno all’1.50, ai danni della banca Ter. L’allarme dato alle forze dell’ordine da alcuni residenti avrebbe fatto scappare i malviventi. Su tutti i casi indagano i carabinieri. A entrare in azione potrebbe esser stata la stessa banda.