VENEZIA: SPUNTA UN CADAVERE DALL'ACQUA, VIGILI DEL FUOCO RECUPERANO UNA SALMA A SACCA FISOLA

Il cadavere di un uomo è affiorato questa mattina, attorno alle 9, nei pressi dell'imbarcadero di Sacca Fisola a Venezia.

VENEZIA: SPUNTA UN CADAVERE DALL'ACQUA, VIGILI DEL FUOCO RECUPERANO UNA SALMA A SACCA FISOLA

 

A notare un corpo in stato di decomposizione sono stati alcuni passanti, che prontamente hanno allertato le forze dell'ordine: sul posto alcune squadre dei vigili del fuoco, per il recupero della salma, i sanitari del 118 e la motovedetta della capitaneria di porto.

Stando ad una prima ispezione cadaverica pare possa trattarsi di un 43enne residente al Lido di Venezia, originario della Basilicata e attivo come barista in un locale di Castello. Secondo un primo esame esterno sarebbe deceduto per annegamento Sul corpo i segni di almeno un'elica di una imbarcazione che l'avrebbe colpito quando già si trovava in acqua. La morte sarebbe sopravvenuta quindi in precedenza.

La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria. Il magistrato con ogni probabilità disporrà un'autopsia per far luce sull'accaduto.