VENEZIA: CEDEVANO DROGA DURANTE I GIRI IN BARCA, SGOMINATA BANDA DI OTTO PERSONE

Per cercare di non farsi pizzicare dalle forze dell’ordine cedevano sostanze stupefacenti durante i giri in barca.

Ma lo stratagemma non ha funzionato e questa mattina, a Venezia, la polizia ha sgominato una banda attiva nello spaccio di sostanze stupefacenti tra il centro storico del capoluogo lagunare e piazzale Candiani a Mestre. In carcere sono finiti i fratelli tunisini Aymen e Montassar Rhaiem, rispettivamente di 31 e 24 anni.


Per altri tre tunisini stato disposto invece il divieto di dimora nel Veneto, mentre per altre tre indagati (due italiani e un tunisino) l'obbligo di presentazione quotidiano presso gli uffici della Questura. Il gruppo, a Venezia, operava a  RialtoSan Zaccaria e zona Santa Lucia.


L'indagine, coordinata dalla Procura di Venezia, è iniziata dagli accertamenti su un incendio di una imbarcazione, avvenuto a Venezia nell'estate 2015.

Nel corso dell'attività di intercettazione sulle persone sospettate di essere coinvolte all'episodio è emersa la loro abitudine di consumare cocaina che acquistavano da un gruppo di tunisini.