TRAGEDIA A CAORLE: TURISTA ORIGINARIO DI PORDENONE PERDE LA VITA IN SPIAGGIA

TRAGEDIA A CAORLE: TURISTA ORIGINARIO DI PORDENONE PERDE LA VITA IN SPIAGGIA

Arresto cardiocircolatorio a seguito di congestione alimentare è la presunta causa del decesso avvenuto ieri pomeriggio sul litorale di Ponente di Caorle, nel tratto di mare fra le torrette n. 29 e 30.

 

Si tratta di un uomo italiano 70enne, originario di Pordenone, ma residente in Germania,  giunto appena stamattina in vacanza a Caorle. Intorno alle 15.50, con condizioni di mare calmo e cielo sereno, non distante da riva, all’altezza della tabella del limite di sicurezza, l’uomo è stato avvistato già privo di coscienza.


Il Consorzio Arenili è intervenuto prontamente con il suo personale, sia assistenti bagnanti, sia infermieristico, allertando anche il 118. I bagnini immediatamente hanno provveduto al recupero dell’uomo, praticando prontamente il massaggio cardiaco già a bordo del pattino di salvataggio.

 

Una volta trasportato a riva, sono state applicate le azioni previste da protocollo, con insufflazione e applicazione del defibrillatore, induzione al vomito, oltre al prolungato massaggio cardiaco. Per quasi mezz’ora sono state tentate manovre di rianimazione e terapie specifiche per le cardiopatie, ma senza esito, fino all’arrivo del personale medico del 118 - giunto con ambulanza a terra - che ha potuto solo constatarne il decesso.

 

Sul posto sono sopraggiunti anche i Carabinieri della Stazione di Caorle e personale della Guardia Costiera di Caorle. L’informativa, come da prassi, è stata inviata all’Ufficio Circondariale Marittimo per le procedure di legge.