Smantellata un'organizzazione criminale legata alla ‘ndrangheta, operante in Veneto e non solo

17 provvedimenti restrittivi scattati per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti

Smantellata un'organizzazione criminale legata alla ‘ndrangheta, operante in Veneto e non solo

Diciassette persone sono state raggiunte da provvedimenti restrittivi emessi dalla Procura di Venezia perché ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, con l'aggravante, per alcuni, dell'agevolazione mafiosa e del riciclaggio.


È stata dunque disposta la custodia cautelare per 11 persone e i domiciliari con l'obbligo di dimora per le restanti sei.


"L'importanza dell'indagine sta anche nel coinvolgimento di alcuni personaggi che sono di grosso spessore nell'ambito della criminalità organizzata – ha spiegato il procuratore capo, Bruno Cherchi - in particolare c'è Vadalà, arrestato per l'omicidio del cronista slovacco e poi rilasciato".


Per Vadalà è stato emesso un mandato di arresto europeo, in Slovacchia. L’uomo è indagato per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, riciclaggio e autoriciclaggio, per aver creato con dei complici, canali di importazione di droga dal Sudamerica.


L’operazione, è arrivata al risultato finale dopo anni di indagini della Procura e del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Venezia, con perquisizioni in Veneto, Lombardia e Calabria.