MALTEMPO IN VENETO: INIZIATA LA CONTA DEI DANNI, SI PARLA DI MILIONI DI EURO

Dopo la violenta tromba d'aria che ieri pomeriggio ha colpito il litorale veneto questa mattina è iniziata ufficialmente la conta dei danni, calcolati, in una prima stima iniziale, in svariati milioni di euro.

MALTEMPO IN VENETO: INIZIATA LA CONTA DEI DANNI, SI PARLA DI MILIONI DI EURO

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, questa mattina ha compiuto un sopralluogo a Cavallino-Treporti e a Jesolo per sincerarsi della situazione, dopo aver firmato ieri in serata lo stato di crisi. Le strutture regionali sono mobilitate per documentare  e conteggiare nel modo più dettagliato possibile la lista delle devastazioni causate dal maltempo; il decreto rimarrà aperto nei prossimi giorni e consentire ai comuni di stendere un esatto censimento dei danni subiti dalle opere pubbliche dai privati.

 

La situazione risulta molto grave nelle aree delle spiagge e dei campeggi, intensamente affollate in questi giorni di vacanza: lì la forza del vento ha divelto strutture mobili, tende ed alberi, ferendo persone, distruggendo auto e mezzi. Insomma uno scenario apocalittico che non ha scalfito la voglia di reagire da parte di tutte le popolazioni colpiti.

 

Nella notte i lavori sono andati avanti ad oltranza, idem quest'oggi. Ci vorrà ancora qualche giorno per far tornare tutto alla normalità, anche se difficilmente un episodio di tale portata verrà dimenticato da turisti e residenti.