MALTEMPO IN VENETO: CHIUSO IL PONTE BAILEY, NEVE IN MONTAGNA E ACQUA ALTA A VENEZIA

La Protezione Civile Regionale, in considerazione della perturbazione che sta attraversando la Regione, ha rilevato oggi nel primo pomeriggio come la fase con le precipitazioni maggiormente intense sia stata superata superata. I livelli idrometrici – che durante la notte avevano registrato un generale e progressivo aumento – sono ora in fase di attenuazione da monte a valle.


La pioggia incessante della notte ha innalzato il livello dei fiumi, soprattutto del Piave, tanto che Anas, questa mattina alle 7, ha chiuso il ponte Bailey a Ponte della Priula. Il traffico è stato deviato.


Livelli nella norma, invece, per quanto concerne il flusso verso la foce ed in particolar modo nel sandonatese. Neve sulle Dolomiti Venete, anche attorno a mille metri. Acqua alta invece, come previsto, attorno alla mezzanotte a Venezia, con il raggiungimento della quota di 134 cm. Una misura eccezionale per aprile: nella storia, infatti, si conta solo una misura superiore nel quarto mese dell'anno, 147 centimetri nel 1936. Sulla costa il vento di scirocco ha causato delle mareggiate, soprattutto a Jesolo, in località Cortellazzo, e a Bibione.