MALTEMPO: SI LAVORA SENZA SOSTA NELLE AREE DELLA REGIONE PIU' COLPITE

MALTEMPO: SI LAVORA SENZA SOSTA NELLE AREE DELLA REGIONE PIU' COLPITE

In tutte le aree della montagna veneta maggiormente colpite dal maltempo dei giorni scorsi proseguono senza sosta gli interventi di ripristino dei diversi servizi interrotti, il cui stato di avanzamento, che segnala concreti passi avanti nonostante si lavori in condizioni molto difficili, è seguito dall’Unità di Crisi Regionale istituita dal Presidente Luca Zaia e coordinata dall’Assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, l’Enel segnala che ci sono ancora alcune centinaia di utenze disalimentate, che peraltro si ritiene possano essere riferite a seconde case, perché non sono giunte segnalazioni da parte degli utenti interessati. Qualora vi fossero segnalazioni, si interverrebbe celermente con generatori da pochi Kilowattora. Prosegue inoltre l’attivazione di nuovi tratti di linea, il che consente di poter spegnere i generatori. Sempre Enel, segnala che, man mano che viene riattivata la linea, i generatori vengono staccati, ma vengono mantenuti in loco per evitare sorprese in caso di potenziali ulteriori rotture. I generatori sono capillarmente riforniti di carburante per il loro funzionamento.



Per quanto riguarda gli approvvigionamenti idrici, la situazione è la seguente: nella parte non servita ancora da acquedotto nel Comune di Roccapietore sono in servizio tre autocisterne con ampia capacità di erogazione di acqua potabile; rimane ancora ostruita la tubazione da Sottoguda, sopra Caprile. I tecnici del Bim stanno lavorando incessantemente per ripulirla, ma ci vorrà ancora tempo. Alcune utenze di Sottoguda sono state comunque già rialimentate.