IMMIGRAZIONE: VENETO SECONDA REGIONE CON IL NUMERO MAGGIORE DI RICHIEDENTI ASILO

Sono un migliaio i richiedenti asilo arrivati in vento nel giro di una sola settimana. Il territorio, con le sue sette province, è la seconda regione per numero di rifugiati dietro la Lombardia (22.333), con la cifra record di 14.639.

IMMIGRAZIONE: VENETO SECONDA REGIONE CON IL NUMERO MAGGIORE DI RICHIEDENTI ASILO

 

I numeri parlano chiaro e l'aumento della quota percentuale, dall’otto per cento, è passata ora al 9 per cento. Il tutto in un momento in cui l'accoglienza diffusa fatica a decollare, le strutture pubbliche (e private) latitano e soprattutto, in controtendenza, gli arrivi lievitano. In tutte le realtà venete si sta assistendo ad arrivi di pulman con diverse decine di migranti sistemati, al momento, laddove ci sono già dei centri di accoglienza rodati, ma con grosse problematiche, come per esempio Conetta, nel veneziano, con ben 1100 presenze.

A Treviso si sta cercando una terza caserma dismessa da riaprire, dopo la «Serena» di Casier e la «Zanusso» di Oderzo; a Bagnoli, nel padovano, i presenti sono tornati a quota 800. Sempre nel trevigiano si segnala invece l'ultimo episodio di violenza tra richiedenti asilo.

A Conegliano una furibonda rissa si è verificata al centro Caritas. Ad affrontarsi due richiedenti asilo, un senegalese di 21 anni ed un 19enne bengalese. Ignote le cause dello scontro tra i due stranieri; ad avere la peggio è stato l'asiatico, colpito più volte a pugni al volto. Il giovane ha riportato una ferita ad uno zigomo. Per riportare la calma gli operatori hanno chiesto aiuto ai carabinieri.