Donna sordomuta picchiata e rapinata nel sottopasso della stazione di Mestre. Arrestati 3 nigeriani.

Tre cittadini nigeriani di 19, 22 e 25 anni sono stati sottoposti a fermo per rapina aggravata, compiuta nel sottopasso ciclopedonale di via Dante nei pressi della stazione di Mestre.

Donna sordomuta picchiata e rapinata nel sottopasso della stazione di Mestre. Arrestati 3 nigeriani.

La loro vittima è stata una donna sordomuta di 43 anni, di ritorno verso la propria abitazione, che è stata strattonata e derubata della borsa e del cellulare, suo indispensabile strumento per comunicare, tramite i messaggi di testo.


Impossibilitata a chiedere aiuto la vittima è andata a casa e aiutata dai familiari ha sporto denuncia agli uomini della polizia ferroviaria che hanno rapidamente recuperato le immagini dalle telecamere del circuito di videosorveglianza del sottopassaggio, e le hanno diramate a tutte le volanti della Questura. Gli agenti hanno potuto così individuare i rapinatori che sono stati bloccati poche ore dopo nella zona dove avevano colpito.


Il primo dei tre è stato individuato dalle volanti in via Piave all’altezza di via Cavallotti, con indosso un giubbotto nero a maniche bianche, corrispondente a quello del fotogramma diffuso. Gli altri due sono stati invece individuati da un agente di polizia in servizio di pattugliamento con le forze armate tra viale Stazione e via Dante, il quale ha informato i colleghi della Ferroviaria che li hanno raggiunti e bloccati. I tre sono stati identificati e sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per rapina aggravata in concorso e trasferiti presso la locale casa circondariale di Santa Maria Maggiore, a disposizione dell’autorità giudiziaria, che dirige le indagini.


La vittima invece è stata accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo di Mestre per le contusioni ed è stata poi dimessa con una prognosi di 8 giorni.