DOVEVANO ESPIARE DUE PENE MA SI ERANO RESI IRREPERIBILI, DOPPIO ARRESTO DEI CARABINIERI TRA CAORLE E PORTOGRUARO

In manette sono finiti due soggetti che per differenti casi si erano resi irreperibili nonostante dovessero espiare due rispettive pene detentive.

DOVEVANO ESPIARE DUE PENE MA SI ERANO RESI IRREPERIBILI, DOPPIO ARRESTO DEI CARABINIERI TRA CAORLE E PORTOGRUARO

 

Nella località balneare, martedì notte, i militari dell'arma di Caorle hanno stretto le manette ai polsi ad una 22enne residente a Nichelino, nel torinese, Jessica Nikolic, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Genova. La ragazza, ristretta presso la Casa Circondariale femminile di Venezia, doveva espiare una pena residua di due anni e 10 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio commessi tra il 2009 e il 2013 nei comuni di Milano e Genova.

Un 47enne, P.R., residente a Cinto Caomaggiore ma domiciliato a Chions, nel pordenonese, è stato invece arrestato dai carabinieri per violazione degli obblighi di assistenza familiare, pena per la quale deve espiare 6 mesi di reclusione. I fatti risalgono alla fine del 2009, periodo in cui l'uomo viveva a Pordenone. Anche per lui si sono aperte le porte del carcere, in particolare quelle della città sul Noncello.