ATTENTATO IN GERMANIA: A MONACO ANCHE UNA COMITIVA DI 300 VERONESI

Doveva essere un normalissimo viaggio verso Cracovia, località che ospita la Giornata Mondiale della Gioventù.

ATTENTATO IN GERMANIA: A MONACO ANCHE UNA COMITIVA DI 300 VERONESI

Con una tappa a Monaco di Baviera, dopo la partenza di ieri mattina dallo stadio scaligero. E invece, la città tedesca, negli attimi dell'attentato, si è trasformata in una vera e propria trappola per una comitiva di 300 ragazzi veronesi di 17 anni, seguiti da una 40ina di accompagnatori.


Il gruppo veronese è rimasto bloccato in serata all'interno di alcuni locali pubblici, quindi nelle case private a seguito dell'attentato terroristico e del successivo coprifuoco scattato per ordine delle autorità bavaresi, che per diverse ore hanno blindato la città ordinando a tutti di restare al riparo e di non scendere in strada.


Nei racconti dei ragazzi la paura per le sirene, la polizia ovunque, il panico della gente che correva, qualcuno avrebbe anche sentito gli spari.

Per fortuna stanno tutti bene e nella notte hanno potuto far ritorno a Verona. A tranquillizzare tutti sulle loro condizioni una nota della Diocesi Pastorale di Verona: ma nei loro ricordi, quegli attimi di panico e terrore, saranno momenti che difficilmente verranno rimossi in uno dei giorni più difficili per la recente storia tedesca.