"EROINA GIALLA", BLITZ DELLA MOBILE VENEZIANA AD UDINE: 28ENNE IN MANETTE

Un altro arresto è stato eseguito dalla polizia di Venezia nell'ambito dell'operazione, andata in scena lo scorso 10 luglio, denonimata "San Michele" e nota per la presenza della cosiddetta "eroina gialla", che in totale ha cagionato la morte di ben 11 persone.

 

I catturandi sfuggiti al blitz di questa estate sono stati sempre al centro delle ricerche da parte delle forze dell'ordine e alle prime luci di oggi gli agenti della mobile di Venezia, in collaborazione con i colleghi di Udine, hanno tratto in arresto il 36esimo nigeriano finito in manette.

 

Si tratta del 28enne Jeremiah Irabor, alias Eric Irabor. Lo straniero, destinatario di un’ordinanza di misura cautelare restrittiva per il reato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, dopo gli accertamenti di rito, è stato tradotto nella Casa Circondariale di Udine a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.