ERACLEA MARE: OK DEL CONSIGLIO ALLA NUOVA PORTA PER LA CITTÀ

Chiusura alla grande della Consiliatura comunale con l’ok alla nuova Porta della Città, ad Eraclea Mare, tra le vie Dancalia e Livenzuola, nel pieno centro della località balneare. E si apre il percorso che porterà, entro il 2018, a nuovi spazi commerciali e residenziali, un centro comunale di 300 metri quadrati per ospitare servizi informativi, burocratici e di pronto soccorso, una piazza coperta ed una scoperta. È la nuova porta della città ad Eraclea Mare, che prevede anche una rotatoria all'incrocio tra le vie Dancalia e Livenzuola, nuovi marciapiedi, la pavimentazione con porfido di via Dancalia per il tratto prospicente l'area, e il completo rifacimento di via Livenzuola, compresi marciapiedi e pubblica illuminazione. «Sono soddisfatto perché dalle opposizioni non sono giunti rilievi nel merito del progetto – così il sindaco Giorgio Talon, commentando la decisione delle minoranze di lasciare l’aula – ma semplicemente critiche sul metodo, che sanno di scelta di bandiera alla vigilia del voto». Il progetto è frutto di un accordo di pianificazione sulla base di quanto previsto dalla normativa regionale. Prevede la cessione ai privati delle due aree interessate, della superficie complessiva di 15mila mq, a fronte di opere pubbliche e realizzazioni per la collettività. Il valore complessivo che le Società Costruendo e Casa quattro, ditte proponenti corrisponderanno al Comune di Eraclea è di Circa 2.080.000 euro, di cui 630mila a compenso della cessione delle aree e 1.450.000 nelle opere perequative previste. «Giunge a compimento un percorso che ha visto la partecipazione diretta dei cittadini a partire dalla presentazione dei bandi per la redazione del nuovo piano degli interventi nelle assemblee pubbliche tenute sin dal 2014 – ricorda Talon – Si fornisce ora una risposta concreta alle attese dei cittadini di riqualificazione e miglioramento della qualità urbana del nostro centro balneare». Gli accordi di programma relativi al centro di Eraclea Mare seguono l’accordo di pianificazione con la Società santa Croce per la riqualificazione e lo sviluppo dell’ex camping, con contenuti importanti sia sotto il profilo della tutela ambientale, con la riduzione della volumetria e del carico di urbanizzazioni sull’area, sia dal punto di vista dell’innovazione dell’offerta turistica futura. «Tutte queste azioni, assieme alle altre portate avanti da questa amministrazione, come la piantumazione del bosco, la sistemazione della pineta e delle dune – conclude Talon - sono le premesse per dare a Eraclea Mare la possibilità di vincere la sfida delle nuove forme di turismo che si vanno affermando, basate su servizi, natura e spazi aperti».