VENETO: PRESENTATO IL PROGETTO DI LEGGE PER L'ISTITUZIONE DI VENETO AMBIENTE SPA

E’ stato presentato questa mattina in conferenza stampa il Progetto di Legge depositato dai consiglieri regionali tosiani Maurizio Conte, Giovanna Negro, Stefano Casali e Andrea Bassi: “Istituzione di Veneto Ambiente Spa”. “Una società che diventi il braccio operativo della Regione per la gestione della difesa del suolo, della sicurezza idraulica e del Demanio idrico – spiegano Maurizio Conte, ex assessore regionale all’Ambiente, e Giovanna Negro – finanziata con gli introiti dei canoni del demanio idrico e mirata alla tutela del territorio e delle risorse idriche. Si costituirebbe così una regia unica per la gestione del sistema idraulico accorpando il settore della Difesa del suolo regionale, dei Geni civili, dei servizi forestali in stretta collaborazione con i consorzi di bonifica, utilizzando e recuperando professionalità anche tra il personale delle Province”. “Una società di gestione che sia operativa ed acceleri e semplifichi anche l’iter burocratico – proseguono i consiglieri – per la realizzazione di opere idrauliche e di difesa del litorale. E’ inoltre prevista una forte relazione e collaborazione della società con Arpav per la fase di monitoraggio e controllo della qualità delle acqua. Significa maggior sicurezza per i cittadini e tempi certi. E per tornare ad una delle tematiche recenti, il problema dei Pfas, vien da sé che se avessimo una regia unica anche la responsabilità di chi effettua le verifiche sarebbe facilmente individuata. Auspichiamo che nell’ambito della riorganizzazione delle strutture regionali si possa valutare questa proposta per un settore strategico per la Regione. Priorità che deve avere certezza di risorse immediate e aumento dei controlli. Attualmente la Regione prevede opere strutturali con risorse esclusivamente nazionali, limitando le manutenzioni”.