SI FINGONO POLIZIOTTI PER RAPINARE TURISTI: BANDA IN MANETTE, HANNO COLPITO ANCHE A VENEZIA

Una banda di rapinatori iraniana, composta da 15 persone, è stata sgominata dalla polizia di stato romana al termine dell'operazione "Fake cops". In manette sono finite tredici persone, mentre due sono tutt'ora ricercate. I soggetti rapinavano turisti in tutta Italia, compresa Venezia, fingendosi poliziotti e simulando controlli antidroga. Il commando colpiva nel bel Paese e alloggiava durante la preparazione delle scorribande presso camping, residence o alberghi a ridosso dei grossi centri urbani prediligendo Roma, Milano, Venezia e Firenze. Le indagini hanno inoltre permesso di accertare come molti degli indagati erano giunti clandestinamente in Italia, seguendo la rotta Turchia-Grecia-Italia. Agli indagati è stata applicata un'ordinanza che dispone misure cautelari detentive, emessa dal Tribunale di Roma. Dovranno rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine ai danni di turisti, attuate sempre fingendosi appartenenti alle forze di polizia e simulando controlli antidroga, con successiva ricettazione dei preziosi derubati. Gli sviluppi investigativi hanno consentito di individuare in totale 29 indagati, con base logistica a Castel Volturno, nel Casertano.