PRIMO ARRESTO NELLA DESTRA TAGLIAMENTO PER IL NUOVO REATO DEL CODICE PENALE PER LESIONI STRADALI

Primo arresto nella Destra Tagliamento per il nuovo reato del codice penale per lesioni personali stradali gravi a seguito di incidente stradale. Questa mattina all’alba i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Sacile, in collaborazione con i colleghi della stazione di Azzano Decimo, hanno provveduto al fermo di Mirko Salvadego, 28enne originario di Motta di Livenza, residente a Pasiano di Pordenone, cuoco, con precedenti per stupefacenti e guida in stato di ebbrezza. Alle 23 circa di ieri ad Azzano Decimo, in via Valler, alla guida della VW Polo di proprietà della madre aveva travolto la bicicletta in sella alla quale c’era Manuel De Pecol, 36enne originario di Sacile, residente ad Azzano Decimo, cameriere: entrambi lavorano al ristorante “Adriatico” di Villotta di Chions. Salvadego si è dato alla fuga senza prestare soccorso al ciclista; sul posto sono intervenuti per i rilievi i carabinieri di Azzano Decimo e personale del 118 di Pordenone. Solamente a notte fonda l’automobilista, ravvedendosi, si è costituito ai carabinieri di Prata. I militari hanno accertato che Salvadego, che è stato prima arrestato per poi essere rimesso in libertà, era peraltro sprovvisto di patente di giuda perché scaduta di validità da gennaio; guidava inoltre sotto l’influenza di metadone. Il ciclista investito ha riportato un trauma cranico commotivo, fratture costali multiple, contusioni polmonari e fratture vertebre cervicali giudicate con prognosi di 60 giorni.