LAVORO NERO: MAXI MULTE DA PARTE DEI CARABINIERI TRA CHIOGGIA E BELLUNO

Dipendenti non in regola tra Chioggia e Belluno. E' quanto hanno scoperto i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro a seguito dei controlli effettuati nelle ultime ore a 4 aziende. In particolare, a Chioggia sono state controllate 3 aziende agricole di coltivazione del radicchio, dove 4 su 6 lavoratori non erano in regola. Sono state inflitte maxi multe per un totale di 11.100 euro ai titolari delle aziende agricole, poi segnalati all’autorità giudiziaria. Sempre a Chioggia è stato ispezionato un maneggio, nel cui interno sono stati trovati due lavoratori in nero, di cui uno era straniero e privo di regolare permesso di soggiorno. Per questo motivo il gestore è stato denunciato per impiego di manodopera clandestina, per omessa formazione sicurezza dipendenti e per omessa valutazione dei rischi aziendali, a cui è stata inoltre applicata una sanzione di 3.000 euro. Lo straniero è stato espulso dal prefetto di Venezia.A Belluno è stata trovata una lavoratrice «in nero» in un esercizio commerciale il cui amministratore è stato multato con 2 mila euro. L’attività è stata quindi sospesa è sarà riattivata solo con la regolarizzazione della lavoratrice.