A Bibione, tra poco più di 24 ore entreranno in funzione i due nuovi autovelox fissi

Sono stati completati oggi i collaudi dei due impianti autovelox fissi sullo Stradone di Bibione, ovvero la strada regionale 74 che entreranno effettivamente in servizio tra poco più di 24 ore.

A Bibione, tra poco più di 24 ore entreranno in funzione i due nuovi autovelox fissi

Gli impianti, uno allestito all'incrocio con via Armentarezza l'altro invece a Marinella, verranno azionati, infatti, un minuto dopo la mezzanotte tra domenica 14 e lunedì 15 gennaio, e non manca certo la curiosità per capire se tali strumentazioni otterranno benefici in materia di sicurezza stradale.


In base poi ad un accordo stipulato tra il Comune di San Michele Bibione e Veneto Strade, proprietaria della via di comunicazione, tutti gli introiti derivanti dalle contravvenzioni verranno trattenuti nelle casse del Comune di San Michele, che ne reinvesterà una parte per migliorare la sicurezza della strada, che è la principale via di comunicazione verso il mare.


Come detto fino a domenica sera gli impianti saranno in funzione solo in via sperimentale, e solo in alcuni momenti della giornata, e poi dal primo minuto dopo la mezzanotte, chi sfreccerà davanti ai loro sensori con una velocità sopra al limite in vigore, di 90 km/h, riceverà la temuta lettera verde con la sanzione.


I due autovelox rimarranno poi attivi 24 ore su 24, ma già prima del loro ufficiale intervento, hanno fato discutere all’inizio della settimana per l’automobilista al volante di un’Audi transitato a oltre 200 chilometri orari, che ha schivato, per questa volta, qualsiasi provvedimento proprio per il periodo di collaudo delle apparecchiature. Ed è proprio per far fronte a incoscenti comportamenti del genere che per il Comune, l'utilizzo di questi apparecchi viene giustificata, ricordando che negli ultimi 5 anni a seguito di una decina di incidenti stradali, sono morti sulla via per Bibione ben 7 persone.